giovedì 24 giugno 2010

SCUOLA ELEMENTARE "GHERARDINI" DI VIA CITTADINI: SI ALLUNGANO I TEMPI PER LA RISTRUTTUTRAZIONE

Qualcuno forse ricorderà il video girato da Angelo D'Auria in occasione dell'ennesimo allagamento della scuola elementare "Gherardini" di via Cittadini (clicca qui per vedere il video). Correva l'anno scolastico 2006/2007 e ai bambini e genitori di questa scuola fu evidente che la situazione non potesse durare molto in queste condizioni. Per salvaguardare l'incolumiità degli alunni e del corpo docente ed ausiliare, la scuola fu successivamengte chiusa e i bambini trasferiti provvisoriamente nel plesso di via Trilussa, sempre a Quarto Oggiaro, in attesa dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza della struttura. Durante i colloqui fu spiegato ai genitori che i tempi sarebbero stati brevi.
R.M., un padre attento e preoccupato per la continuità didattica del suo bambino, ci ha scritto per avere informazioni sui tempi e modalità della ristrutturazione. Abbiamo girato il problema al Consiglio di Zona 8 che, per voce del suo Presidente Claudio Consolini, ci ha fornito velocemente delle amare informazioni che vogliamo condividere con voi:
<<l'Assessorato competente informa che il progetto definitivo della Scuola Elementare di via Cittadini è stato predisposto nel Dicembre 2009, che il Servizio Esame Progetti ha richiesto modifiche ed integrazioni prevalentemente sul progetto impiantistico (Elettrico in particolare) che comporta una revisione totale del progetto che si concluderà entro fine mese corrente (giugno 2010) e che  pertanto essendo un appalto di tipo "integrato" dove l'Impresa aggiudicataria avrà il compito di redigere il progetto esecutivo, è ragionevole ipotizzare la seguente programmazione:
  • a breve chiusura iter istruttorio e pubblicazione bando di gara;
  • fino all'inizio del 2011 verifica delle offerte "ANOMALE";
  • aggiudicazione ad impresa;
  • primavera 2011 approvazione progetto esecutivo;
  • a seguire verbale di inizio lavori.>>  
I tempi per rivedere il plesso di Via Cittadini rimesso a nuovo saranno, quindi, ancora molto lunghi. A pagare i tempi della nostra burocrazia sono, come sempre più spesso accade, i soggetti più deboli e privi di voce in capitolo, i bambini. Alcuni di essi termineranno il proprio percorso primario di studi da "ospiti", in un'altra scuola che, forse, non sentiranno come propria, senza dimenticare che anche la scuola di via Trilussa necessita di urgenti interventi di messa in sicurezza. La domanda che è lecito porsi è come sia stato possibile dilungare così tanto i tempi quando da tanti anni la fatiscenza del plesso di Cittadini era sotto gli occhi di tutti. Non si poteva presentare il progetto anni fa invece di aspettare così tanto?

Nessun commento:

Posta un commento