mercoledì 21 luglio 2010

ANCORA SGOMBERI INDISCRIMINATI NELLE CASE POPOLARI

riceviamo dal Sicet 
L’Aler continua ad effettuare sgomberi nei confronti di donne e bambini, senza prima verificare la reale condizione sociale delle famiglie.Senza distinguere gli effettivi casi di disagio sociale (molto diffusi nei quartieri popolari) da chi occupa per lucrare sulla poverta’.Il Sicet condanna questa logica indiscriminata e prevaricatoria che alla fine penalizza sempre i piu’ deboli senza scalfire il malaffare.Tutto il Sindacato ha chiesto all’Aler l’immediata sospensione degli sgomberi e la costituzione della Commissione prevista per legge per valutare caso per caso le situazioni di occupazione in stato di necessità.Il Sicet indice un PRESIDIO perGIOVEDì 22 LUGLIOdalle ORE 10.30 in VIA SATTA,3  
DOVE E’ STATO ESEGUITO UNO SGOMBERO DI UNA FAMIGLIA CON DUE BAMBINI CHE DA GIORNI DORME NEL SOTTOSCALA.

Nessun commento:

Posta un commento