mercoledì 15 settembre 2010

GREPPI: IN 150 SFILANO CON LE FIACCOLE PER LE VIE DEL QUARTIERE. ED ORA UN'ASSEMBLEA

Seconda giornata di mobilitazione pubblica in difesa dell'Istituto A. Greppi a Quarto Oggiaro a Milano. Dopo il presidio di Venerdì scorso, ieri sera, Martedì 14 settembre, hanno sfilato per le vie del quartiere e con le fiaccole in mano circa 150 tra docenti, studenti, associazioni e cittadini. Un corteo pacifico ma determinato nel proseguire in una battaglia decisiva contro la dispersione scolastica e il disagio giovanile in un quartiere dove non ci si può permettere di abbassare la guardia: se non vai a scuola ti rimane la strada. <<Il Greppi non si tocca, Quarto Oggiaro scende in lotta>>, questo lo slogan che ha richiamato l'attenzione dei cittadini subito accorsi ai balconi e in strada.

Il terzo appuntamento è un'Assemblea Pubblica indetta per Martedì 21 settembre c/o l'oratorio della Parrocchia Pentecoste di via Graf 29
GUARDA LE FOTO DELLA FIACCOLATA

GUARDA IL VIDEO DELLA FIACCOLATA

La storiaDopo oltre venticinque anni di presenza importante a Quarto Oggiaro (leggi qui la storia dell'Ist. A.Greppi), nella seduta della Giunta del Comune di Milano del 24 giugno 2010 è stato approvato un "affidamento sperimentale e temporaneo" delle attività di formazione in Diritto Dovere Istruzione e Formazione della sede "A. Greppi" di via Amoretti 30 del Comune di Milano ad un Ente Collaboratore Accreditato. Spesa complessiva presunta Euro 2.341.00,00 (LEGGI LA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA). Con le determina dirigenziale, questo Ente Privato è stato identificato nella Fondazione Centro Addestramento Perfezionamento Addetti al Commercio - detta CAPAC (http://www.capac.it/), un ente costituito tra gli altri dalla Camera di Commercio (LEGGI LA DETERMINA DIRIGENZIALE).
La causa: l'adeguamento alla Legge Regionale 19/2007 (LEGGI LA LEGGE 19/2007).
Durata della sperimentazione: 3 anni

L'affidamento (diretto) pare non sia avvenuto secondo le regole di trasparenza garantite da un Bando Pubblico e la maggiornaza dei docenti ha già presentato ricorso al TAR ai primi di Agosto.
Cosa cambierà
Attualmente la dote per ogni studente è di circa Euro 4.500, quota conferita dalla Regione Lombardia al Comune di Milano. Il 20% di questa quota viene poi trasferita all'Istituto che provvede a coprire i costi delle attività e dei laboratori, l'acquisto dei libri e delle divise dei ragazzi (scarpe antinfortunistiche, tute, occhiali di protezioni, guanti, ecc...), le uscite di accoglienza per le prime classi, ecc...Quindi la formazione per gli studenti è completamente gratuita, non c'è retta e non ci sono costi extra.
Con il trasferimento al CAPAC non ci è ancora dato sapere se verrà confermata la gratuità, non tanto per il prossimo triennio di sperimentazione, quanto per gli anni successivi. Ciò che è certo è che i docenti attuali, dipendenti della Pubblica Amministrazione, non potranno continuare ad insegnare al Greppi a partire dal 2013, saranno degli esuberi. La maggior parte del corpo docente del COPAC è costituito da "collaboratori", termine che abbiamo imparato un po' tutti a conoscere: precariato, difficilmente sindacalizzabile e ricattabile per via dei contratti a termine.

L'attuale corpo docente pare sia così in gamba da aver portato persino la 3° classe dei Meccanici a vincere il Premio Eccellenza per l'Expo della Regione Lombardia: hanno progettato e realizzato un forno ad energia solare, utilizzato per cucinare dai colleghi studenti Alimentaristi.
Sono soddisfazioni importanti che riempiono di entusiasmo i nostri ragazzi, quelli che questi insegnanti tengono lontano dalla "strada".

Per salvare questa eccellenza del quartiere, c'è un Assemblea Pubblica a cui partecipare, dove capire e fare domande.
Ci vediamo, qundi, Martedì 21 alla Parrocchia Pentecoste

Nessun commento:

Posta un commento