martedì 14 settembre 2010

UNA INDICAZIONE PER LE MAMME CHE TROVANO IL CONSULTORIO PEDIATRICO CHIUSO

Una rivoluzione ha investito recentemente i consultori pediatrici, molti dei quali sono stati chiusi ed "integrati" ai consultori familiari. Sono nati così i Consultori Familiari Integrati, i quali a dispetto dei servizi pubblicizzati sul sito della ASL, non sono ancora pronti a soddisfare le richieste e necessità delle famiglie.Vediamo cosa dovrebbe offrire un Consultorio Integrato. I Consultori Familiari Integrati offrono una specifica attività territoriale di promozione della salute rivolta ai bambini nella fascia di età 0 - 3 anni e ai loro genitori:
Colloqui informativi e in alcuni casi visite al domicilio per i nuovi nati con lo scopo di fornire:
 a - informazioni sulla salute e l’igiene del bambino nei suoi primi mesi di vita;
 b - indicazioni per le vaccinazioni;
 c - sostegno della relazione mamma – bambino
gruppi mamma-bambino:
 a - puericultura (la corretta posizione nel sonno, il bagnetto, il pianto, il mal di pancia, il singhiozzo e altro ancora);
 b - allattamento al seno, pappe e alimentazione corretta del bambino nei primi tre anni di vita;
 c - prevenzione degli incidenti domestici e stradali,
 d - i danni derivanti dall’esposizione al fumo passivo e dall’esposizione al sole.
L'accesso è gratuito.
Purtroppo ci è arrivata la seguente segnalazione: <<è stato risposto dal consultorio di via aldini che non sono pronti e non hanno neanche la base per fare ad esempio la pesata (anche accedere al servizio non è facilissomo con una carrozzina)....e rimandano le mamme al pediatrico dove non possono essere accolte (anche se Regina lo fa lo stesso anche se non potrebbe).non fanno la cosa arrabbiate ma chiedono solo quello che teoricamente dovrebbe gia esserci se hanno "chiuso" i pediatrici... se un operatore dice che il servizio non è ancora attivo chiedono di parlare con il responsabile e chiedono chiarimenti che non possono avere....ci è stato consigliato anche, dopo aver fatto diverse prove per verificare che il servizio non c'è, di chiedere spiegazioni all'URP che rigira l'iformazione o mail a chi di dovere... ultima spiaggiapresentarsi in un po' al distretto 2 e chiedere che fine hanno fatto alcuni servizi pubblicizzati... non si rivuole l'aperture del pediatrico ma quello che sembra molto bello da sito internet....le mamme non sono in grado di organizzarsi per andare al distretto ma se qualcuno le aiuta penso che un bel numero di mamme si riesca ad averlo... che dite??? come possiamo aiutarle???>>
Questo è per ora il consiglio che stanno condividendo le mamme: continuate a bussare la porta ai consultori famigliari "integrati" e a chiedete i servizi che vi spettano di diritto (pesa, info su allattamento e puericultura, spazio, gruppi d'ascolto neo-mamme..), pubblicati anche sul sito asl.

Nessun commento:

Posta un commento