martedì 2 novembre 2010

"BREVI DALLA ZONA": LA VOCE DELLA MINORANZA IN CONSIGLIO DI ZONA 8

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO "BREVI DALLA ZONA", LA LETTERA DEL GRUPPO CONSILIARE DEL PD DI ZONA 8 SULL'ATTIVITÀ DEL CONSIGLIO DI ZONA - A CURA DI ANGELO DANI E IGOR DALDOSSO ( angelo_dani@tiscali.it - igordaldosso.zona8@yahoo.it)
Brevi ma intense. Anzi tutto siamo giunti alla settima seduta che si interrompe per volontà della maggioranza, ancora fortemente spaccata sull’iscrizione alla Casa delle Associazioni di Villa Scheibler di alcune realtà zonali.La stessa parte di maggioranza che non vuole vedere ANPI e ARCI in Villa Scheibler, insiste da mesi per deliberare una targa commemorativa in memoria di Luisa Ferida, un argomento di stringente attualità che riesce a inchiodare altre iniziative che meriterebbero l’attenzione di una maggioranza di governo seria. Che tristezza.Come diceva il saggio, in Italia la situazione è sempre grave, ma mai seria.

Continuiamo allora la galleria dell’orrore con la negazione di un patrocinio gratuito ad Emergency.
Venerdì 8 ottobre arriva alla presidenza una richiesta di patrocinio gratuito per tre iniziative da tenersi alla “Pagoda” di Piazza Gramsci e precisamente un incontro su immagini e testimonianze dall’Afganistan, una giornata dedicata alle fiabe e dulcis in fundo un corso di “Yoga solidale”, aperto a tutti i cittadini della zona.
Lunedì 11 ottobre il Presidente non trova il tempo di fare una telefonata, come da prassi, nemmeno per farsi spiegare che diavolo è lo “yoga solidale”. Non trova il tempo nemmeno di capire di cosa stiamo parlando. In serata informa l’ufficio di presidenza e inserisce la richiesta di patrocinio per il primo consiglio utile, cioè lunedì 18.
Che cosa succede nel frattempo? Succede che qualcuno per sbaglio legge la delibera e si accorge che si parlerà della guerra in Afganistan, un argomento spinoso per questa maggioranza, soprattutto se trattato da Emergency.
Ed ecco allora che in Consiglio tentano di rimediare, su una delibera portata dalla stessa Presidenza. In primis vogliono stralciare il patrocinio per questa iniziativa scomoda ma alla votazione la maggioranza va’ sotto. A questo punto, compiono il capolavoro e bocciano la delibera completa, con le tre iniziative, proposta dallo stesso Presidente che si vota contro. La votazione finisce 13 a 13 con 1 astenuto (del PDL) e non passa. Un elogio alla coerenza.


Concludiamo in bellezza con l’approvazione (noi ci asteniamo) del parere sul piano di classificazione acustica del Comune di Milano, con alcune note e osservazioni elaborate dal lavoro in Commissione. Importante il fatto che finalmente questo Consiglio di Zona trasmette alcune osservazioni.
Un coraggio che in questa legislatura è mancato su ogni provvedimento transitato dall’aula e a conferma della regola
passa senza alcuna osservazione (con il nostro voto contrario) il parere sulla variante al PRG per i terreni che saranno oggetto di EXPO 2015. Una richiesta completamente anacronistica ed esclusivamente burocratica in quanto tutto sarà superato dal PGT e dall’accordo tra la Brichetto e i proprietari dei terreni. E nemmeno in questo caso, su un documento “morto”, la maggioranza ha il coraggio di dare qualche piccola indicazione sul dopo EXPO, come da noi suggerito. Il coraggio uno non se lo può dare.

Nessun commento:

Posta un commento