giovedì 23 maggio 2013

RADICI: Cuori Migranti - 24-25-26 Maggio presso Spazio Baluardo

Radici
Cuori migranti
La rassegna “Radici: cuori migranti” vuole rappresentare attraverso l’arte e la cultura il fenomeno dell’emigrazione. Per ricordare i nostri emigranti di ieri e di oggi e le nuove emigrazioni da paesi stranieri, spinti dalla stessa necessità, la ricerca di un futuro migliore. Quali conseguenze e quali contaminazioni hanno portato questo fenomeno? Integrazione, cultura, scambi di idee e di pensieri.
La bellezza nelle diversità.









Programma rassegna:

Venerdì 24 Maggio
ore 19: Inaugurazione rassegna artistica, presentazione mostra collettiva e programma.
ore 20: Aperitivo letterario.
ore 21: Reading poesie tratte dall’opera di C. Corvaglia,  “Sillabe Mute” recitate da Davide Fazio.ore 22: Dj set Alì Shuffle -  Bal Folk/Etno/World/Balkan beat.

Sabato 25 Maggio
ore 15: Apertura mostra
ore 16: Migranti tra i campi - Storie di immigrazione tra Nardò e Rosarno a cura di Brigate Solidarietà Attiva Milano.
ore 19: Cena popolare (su prenotazione info@spaziobaluardo.it).
ore 21.30: Concerto “La contrada del nuovo maggio”  - musiche della terra: scoperta delle identità regionali fra sud e nord Italia.


Domenica 26 Maggio
ore 15: Apertura mostra.
ore 16: Concerto “Futhark” Musici Errabondi – Folk Medieval music.
ore 18: Proiezioni.
ore 20: Aperitivo musicale.
ore 21: Free jam session e fuochi d'artificio.

Info programma: 
Partecipanti mostra:
Valerio Papa
Stefania Selmi
Elena Cai
Giorgio Babciz
Cristina Contini
Mauro Consilvio
Reading poesie:
Poesie C. Corvaglia
Cosimo Corvaglia è un poeta salentino. La sua poesia appartiene a quel sentimento della Meridionalità che ha ispirato poeti autentici come Alfonso Gatto, Leonardo Sinisgalli, Salvatore Quasimodo. Corvaglia, dunque, è poeta del Sud, ma il suo Sud è lontano da qualsiasi oleografia, è un Salento personale, affettivo, evocato nel ricordo della sua infanzia, di suo padre e sua madre, delle estati al mare, dei contadini curvi a lavorare la terra, dei ragazzi scalzi che mangiano una fetta di pane raffermo, degli emigranti che ritornano; un Salento, certo, non tormentato e negativo come quello descritto da Bodini, ma “salentino di ritorno” pacificato, ormai, e anche sublimato dal ricordo.
Dj Set:
Dj resident Spazio Baluardo Alì Shuffle from Sharm el Sheik:
Mazurka, Arabian, Balkan beat, Scottish, Bourre', Circolo Circassiano, Chapelloise, Rumelaj, Arabian, Balkan beat, Etno/World music and more!
Concerti: 
La contrada del nuovo maggio
Musiche della terra: scoperta delle identità regionali fra sud e nord Italia.
Futhark” Musici Errabondi – Folk Medieval music
info: www.myspace.com/futharkfolk
Cena popolare:
Su prenotazione info@spaziobaluardo.it, i partecipanti possono arricchire la cena portando cibi e bevande.

Nessun commento:

Posta un commento