giovedì 26 novembre 2015

"MESSA A NUDO" - PERIFERIA E ARTE - 18,19,20 Dicembre Spazio Baluardo

18-19 20 Dicembre Messa a Nudo è una rassegna artistica annuale dell’associazione Unisono, nata per commemorare Esmeralda Brez, artista vissuta a Quarto Oggiaro e scomparsa prematuramente il 24 dicembre 2003.

Ogni anno viene proposto una tematica per riflettere attraverso l’arte e non solo, creare un momento di aggregazione aperta e animare la periferia con dei contenuti non banali.
Il lavoro svolto dall'associazione nel corso dell’anno ci ha portato più volte ad interrogarci sul ruolo delle periferie nei processi che portano alla creazione di arte. Abbiamo pertanto deciso di dedicare la nostra tre giorni al tema della periferia d’arte: la possibilità da parte di un quartiere o una regione non al centro dell’attenzione di influenzare il costume di tutta una società, a partire da forme di espressione artistica che in un primo momento sembravano essere unicamente vincolate a messaggi, utenti e artisti strettamente legati ad una dimensione locale.


Nel ragionare a questo tema abbiamo pensato a due elementi particolarmente vistosi: da un lato il mondo dellamusica, che vede oggi nell’Hip-Hop e nel Rap due generi diffusi e apprezzati ben oltre i confini di quelle periferie che in una prima fase avevano contribuito a impostare i canoni e le regole di questi stili di musica. Assistiamo col passare degli anni ad un genere di musica che pur mantenendo di fondo le sue caratteristiche aggregative, è riuscito a trasmettere le sue forme artistiche a livello nazionale.


L’altro elemento che volevamo però più di tutti portare al centro dell’attenzione è certamente quello dell’Arte di Strada. Nel corso degli ultimi anni nel nostro paese, ma ancora di più nella nostra città, abbiamo assistito ad un rinnovato interesse per un modello di arte che si configura come meno elitario rispetto al resto dell’arte contemporanea. Un’arte che rifugge il museo per esprimersi nei luoghi di passaggio, che ha maturato un linguaggio efficace per rivolgersi a fasce della popolazione in precedenza del tutto escluse dal linguaggio artistico tradizionale.

Vorremmo pertanto per tre giorni riflettere con artisti di tutti i tipi di questa nuova forza attrattiva delle periferie, di quali siano le sue caratteristiche e le sue possibilità.


per chiunque fosse interessato ad esporre o a suonare

Nessun commento:

Posta un commento