sabato 22 giugno 2013

Un operaio muore travolto dal crollo nel cantiere della scuola di via Cittadini a Quarto Oggiaro

L'incidente in via Cittadini 9, in zona Quarto Oggiaro, dove la vittima, un quarantenne di origini albanesi, era al lavoro assieme ad altri manovali. Inutile ogni tentativo di soccorso da parte degli operatori del 118 . Un operaio di quarant'anni, con quattro figli, è morto in un incidente sul lavoro a Milano nel cantiere di una scuola in ristrutturazione in via Cittadini 9. F. S., cittadino albanese regolarmente in Italia, è stato travolto dal crollo di una parte della canna fumaria all'interno della scuola elementare in zona Quarto Oggiaro, attorno alle 14, dove era impegnato nei lavori assieme ad altri manovali. Il personale del 118 ha tentato di rianimarlo sul posto, ma l'operaio è morto prima di poter essere trasportato in ospedale. Sulle cause del crollo indagano i carabinieri.L'uomo, che lavorava da 15 anni con la ditta bergamasca impegnata in subappalto nei lavori alla scuola elementare di Quarto Oggiaro, secondo una prima ricostruzione fatta alla presenza dei tecnici dell'amministrazione e della Asl, è stato travolto da una sezione della canna fumaria in laterizio in fase di smantellamento al piano terreno. Il tratto era stato separato dal resto della canna fumaria durante la mattinata di lavoro. Al ritorno dopo la pausa pranzo, l'improvviso crollo sull'operaio intento a riprendere il lavoro. Al vaglio degli inquirenti anche il ruolo che potrebbe avere avuto la scossa di terremoto di mezzogiorno, proprio durante la sosta dei lavori.

L'amministrazione comunale assicura la totale regolarità e il rispetto delle norme sulle gare d'appalto e sulla sicurezza nel cantiere e degli operai. I lavori sono partiti il marzo scorso, e la ditta appaltatrice, riferisce l'amministrazione, ha già operato in altri cantieri del Comune di
Milano, sempre utilizzando personale regolarmente assunto e rispettando le norme dei subappalti.

Alla famiglia dell'operaio arriva il messaggio di solidarietà del sindaco Giuliano Pisapia che esprime "massima vicinanza, a nome mio personale, della giunta e dell'intera città, alla famiglia dell'operaio che ha perso la vita in un tragico incidente sul lavoro nel cantiere della scuola di via Cittadini".

Nessun commento:

Posta un commento